Rosa Kleiber per i 100 anni della Rossini


In dono
La Rosa Rosenkavalier Kleiber fiore della Musica e dell’Amicizia per i
100 anni della Rossini

Un pregevole dono arricchisce il Centenario della Rossini e la città di Busto Arsizio. Sembra una favola ma non lo è. Un fiore, bellissimo, la Rosa Rosenkavalier Kleiber, avrà una nuova dimora a Busto Arsizio nel giardino della Villa Ottolini Tosi sede dell’Associazione Musicale Rossini.

Sabato 17 marzo alle ore 17, nel secondo salotto musicale con musiche interpretate da Roberto Bertolin, flauto traverso, e Berandet Gazdag, chitarra classica, un sentito ringraziamento da parte della Rossini e della città per il pregevole dono di alcune piante della Rosa Rosenkavalier Kleiber donate alla Rossini per i suoi 100 formidabili anni dal gruppo Community Rosenkavalier Kleiber , un gruppo internazionale di ammiratori di due grandi direttori d’orchestra Erich e Carlos Kleiber (ne fanno parte anche alcuni bustocchi e varesini). Le rose verranno presto piantate per fiorire nel parco della Villa Ottolini Tosi nell’imminente stagione primaverile.

Dedicata Erich e Carlos Kleiber, due pilastri della storia della musica, l’elegante fiore di questa rosa, creata da Davide Dalla Libera, giovane ibridatore padovano, sarebbe stata senz’altro compagna delle esibizioni del Maestro Carlos che usava tenerne una sul leggio e che trionfò al Teatro alla Scala con una memorabile direzione de “Il Cavaliere della Rosa” di Strauss.

La prima Rosa è stata donata a Veronica Kleiber l’11 maggio 2016 a Casa Verdi dove risiedeva. Una data storica per ricordare i 70 anni della riapertura della Scala dopo la seconda guerra mondiale, a segnare una rinascita della cultura, della musica, dell’arte dopo la dittatura e la guerra, il riscatto del Paese.

Dal 2016 la Rosa Kleiber è stata regalate a personalità di grande levatura internazionale. Alcune state donate alle monache domenicane di Vienna. Una rosa è stata inviata a papa Francesco, al Presidente Macron, alla famiglia di Claudio Abbado, al direttore d’orchestra Muti, ad Ann Schnabel Mottier, al villaggio sloveno di Konjsica dove Carlos è sepolto, al direttore d’orchestra Haytink a Londra, a Nuria Schoenberg Nono, e molte altre continueranno a girare l’Europa contribuendo ad unire i popoli grazie alla passione per la musica.