GIACOMO ARFACCHIA • GRETA RACITI

 Giacomo Arfacchia, nato nel 2001, inizia lo
studio del clarinetto a otto anni sotto la guida
del M° Gabriele Oglina. Frequenta il primo
anno del triennio accademico di clarinetto
presso il Conservatorio Guido Cantelli di Novara
nella classe del M° Roberto Bocchio. Dal 2017
studia regolarmente anche con il M° Meloni,
primo clarinetto solista del Teatro alla Scala,
presso l’associazione “ Albero della Musica”
a Milano. Ha frequentato diverse masterclass
con Fabrizio Meloni, Calogero Palermo, Nicolas
Baldeyrou, Giovanni Punzi, Carlo Dell’Acqua
e Milan Rericha. Ha ottenuto i Primi Premi nei
seguenti concorsi nazionali ed internazionali:
Junior Clarinet Competition in Belgio, I nuovi
talenti del clarinetto – Città di Fabriano,
Concorso Internazionale Città di Stresa, Fedele-
Brera Città di Novara, Concorso Nazionale di
Interpretazione Musicale Valstrona.
 Greta Raciti, nata nel 1994, si approccia al
pianoforte all’età di otto anni grazie al M° Emanuele
Spantaconi. Partecipa a numerosi concorsi nazionali
e internazionali nei quali si classifi ca sia come
solista sia suonando a quattro mani con la sorella.
Prosegue gli studi con il M° Mirco Godio fi no al suo
ingresso al Conservatorio G. Cantelli di Novara,
dove, nel 2018, si laurea con il massimo dei voti
sotto la guida del M° Alessandro Commellato. Con
lui studia attualmente nel corso di laurea di II livello
dello stesso Conservatorio. Dall’anno 2017 collabora
con l’Amadeus Kammerchor di Trecate, l’Orchestra
Filarmonica Amadeus e l’Opera & Ballet Swiss Cultural
Association. Inoltre dal 2013, lavora nell’ambito di arti
performative integrate collaborando al pianoforte
con professionisti del Metodo di Musicoterapia
Orchestrale fondato da Esagramma (Milano), centro
di formazione e terapia, musica e nuove tecnologie
per il disagio psichico e mentale.