NICOLA PASZKOWSKI

 L’Orchestra Sinfonica del Conservatorio Guido
Cantelli di Novara costituisce il fiore all’occhiello,
la punta di diamante che garantisce visibilità
all’istituto stesso costituendo di fatto la naturale ed
imprescindibile “palestra” per i futuri professionisti
della musica. Archi, fiati, percussioni: l’orchestra
nelle esperienze di musica d’insieme affronta un
lavoro che consente a giovani studenti di esibirsi in
occasioni importanti sia in città sia su palcoscenici
prestigiosi. L’impegno costante degli studenti viene
apprezzato al di fuori delle mura del Conservatorio
e sempre più riconosciuto grazie al proficuo
lavoro svolto dai docenti che preparano con solide
basi tecniche i giovani musicisti ad affrontare il
lavoro orchestrale sia in termini di affiatamento
sia di interpretazione. Una grande occasione di
crescita musicale sia per coloro che affrontano il
ruolo di strumentista sia per coloro che calcano il
palcoscenico in veste di solista.
Nicola Paszkowski si diploma in direzione
d’orchestra con il massimo dei voti al Conservatorio
“Luigi Cherubini” di Firenze, si è perfezionato
con Ferdinand Leitner, Carlo Maria Giulini e
Emil Tchakarov. Attivo sia in ambito sinfonico
che nel teatro d’opera, collabora con numerose
orchestre e istituzioni in Italia e all’estero. Dal
2000 al 2012 è direttore preparatore dell’Orchestra
Giovanile Italiana con la quale collabora ancora
abitualmente. Su invito di Riccardo Muti, nel 2009
dirige l’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini e la
 Giovanile Italiana al Ravenna Festival. Nel 2010 è di
nuovo alla guida della Cherubini per Il Trovatore.
La collaborazione con il Ravenna Festival prosegue
con importanti produzioni quali: la trilogia di Verdi,
Rigoletto, Trovatore e Traviata nel 2012, la Trilogia
“Verdi & Shakespeare”, Macbeth, Otello e Falstaff
nel 2013 e La Bohème nell’ambito della Trilogia
pucciniana nel 2015. Tra gli eventi di maggior rilievo
in Italia e all’estero: il Nabucco al Teatro Mariinskij
di San Pietroburgo con l’Orchestra e del Coro
del Teatro dell’Opera di Roma, la partecipazione
al Kissinger Sommer International Musikfestival
(2012) con l’Orchestra Filarmonica Arturo Toscanini,
l’inaugurazione della stagione estiva del Teatro
dell’Opera di Firenze con l’Orchestra del Maggio
Musicale (2015), il concerto per i trent’anni della Royal
Oman Symphony Orchestra (2015), la Turandot di
Puccini al Teatro Lirico di Sofi a (2016), la Bohème a
San Pietroburgo per il II Festival di Elena Obrazcova
(2017). All’attività concertistica affi anca quella
didattica come titolare della cattedra di esercitazioni
orchestrali al Conservatorio Cantelli di Novara. Nel
2018 è invitato a dirigere il Falstaff in Giappone
presso la Showa University of Musc di Tokyo ed è alla
guida dell’Orchestra Cherubini per l’Otello di Verdi.
È Direttore Musicale dell’Associazione Solo Belcanto
di Montisi e membro della commissione esaminatrice
di “Italian Opera Academy” del Maestro Muti. Dal
settembre 2018 è direttore principale dell’Orchestra
Sinfonica Abruzzese, con la quale avvia un’intensa
attività concertistica.