MARÍA DOLORES GAITÁN

Nata a Villa del Río (Cordova, Spagna), è una pianista riconosciuta internazionalmente per la sua energia e personalità interpretativa, scelta da EUNIC (European Union National Institutes for Culture) come rappresentante della cultura musicale spagnola in Italia. E’ stata candidata ai Premi “Principessa di Girona 2018” da Carlos López Otín (Premio Nazionale della Ricerca “Ramón y Cajal) e premiata per il suo progetto di gestione culturale “3Tú”. Recentemente si è distinta come artista “Marca España” (España Global) per la sua ricerca di qualità artistica e come rappresentante del talento spagnolo a livello mondiale. Ha ricevuto il “Riconoscimento artistico del talento della VIII Biennale d`Arte di Villa del Río” nel 2017 e vinto numerosi concorsi internazionali tra i quali Città di Padova, Antonio Beltrami, Antonio Salieri, Montichiari e Città di Lissone. Si è laureata in pianoforte presso il Conservatorio Rafael Orozco e in Pedagogia Musicale all’Università delle Scienze dell`Educazione di Cordova. Ha completato il suo percorso accademico con due Master Specialistici presso il Conservatorio G. Verdi di Milano nelle discipline di Musica da Camera e Pianoforte, ottenendo il massimo dei voti. Si è formata con grandi pianisti quali Larisa Tedtoeva, Paolo Bordoni, Jorge Luis Prats, Lilya Zilberstein, Alexander Kandelaki, Claudio Martinez Mehner, Pietro Soraci e Rafael Quero. Ha tenuto numerose tournée in Europa e suona assiduamente con artisti quali Mikhail Milman, Sergey Teslya, Mario Hossen, Luisa Sello, Chiara Torselli e l’ensemble della Camerata Orphica di Vienna.  Ha collaborato come solista con l`Orchestra di Cordova, l’Orchestra di Granada e l`Orchestra Sinfonica di Tambov (Russia). È stata la prima pianista a realizzare uno spettacolo musicale nel sito archeologico di Medina Azahara, recentemente dichiarato Patrimonio dell’Unesco 2018, interpretando la partitura inedita sui “Canti di Sinagoga” di Maimonides. Ha interpretato diverse prime mondiali tra qui “Como Iquitum” di Valter Sivilotti e “Capriccio Spagnolo” di Danilo Lorenzini. Ha suonato sotto la direzione di Evgeny Syrkin, Vladimir Fedoseev, Marco Pace e Nahel Al Halabi. Ha eseguito in anteprima 13 brani di donne compositrice spagnole per il progetto “Bartok`s Challenge” commissionato dal Centro Nazionale di Diffusione Musicale Spagnola (CNDM) e “Junta de Andalucía” per il XVº Festival di Musica Spagnola di Cadice. Ha recentemente pubblicato il suo primo album “Immagini della Spagna attraverso la danza” per la rivista Amadeus e per l`etichetta BAM MUSIC. Oltre all’attività pianistica, Gaitán si contraddistingue come imprenditrice attraverso l’esperienza decennale del FIP Guadalquivir (www. guadalquivirpianistico.org), evento da lei fondato e realtà che si è consolidata nel tempo a livello internazionale. Nel 2018 ha presentato a Milano lo spettacolo “Córdoba y sus Patios” progetto scelto come evento simbolo della Festa Nazionale di Spagna dal Consolato spagnolo in collaborazione con l’Istituto Cervantes e Acción Cultural Española. María Dolores Gaitán ha rilasciato interviste ed esecuzioni in diretta radiofonica per Rai3 e Radio Classica, Radio e Televisione Spagnola (RTVE), Canal Sur TV e Radio e Antena 3 TV ed ha registrato per il fi lm “Fiore” di Claudio Giovannesi. Ha svolto attività didattica presso la New Bulgarian University di Sofi a ed è stata docente del Conservatorio Chicano Muñoz di Lucena (Spagna).rato per il fi lm “Fiore” di Claudio Giovannesi. Ha svolto attività didattica presso la New Bulgarian University di Sofi a ed è stata docente del Conservatorio Chicano Muñoz di Lucena (Spagna).