Al via “BAClassica” a Busto Arsizio

Associazione Musicale G. Rossini, nell’ambito dei festeggiamenti per il Centenario, con il Comune di Busto Arsizio e il patrocinio di Regione Lombardia: Il Festival BAClassica

Busto Arsizio - Il 29 gennaio 2018 parte la prima edizione del Festival BAClassica, iniziativa realizzata dall’Associazione Musicale G. Rossini in collaborazione con il Comune di Busto Arsizio e il patrocinio della Regione Lombardia. L’iniziativa si inserisce nell’ambito dei festeggiamenti per il Centenario di questa prestigiosa istituzione musicale fondata nel 1918 da Ariodante Coggi primo violino del Teatro alla Scala di Milano sotto la direzione di Arturo Toscanini.

Il Festival BAClassica si sviluppa nell’arco di una settimana con concerti e incontri con alcuni tra i più celebri interpreti internazionali: i pianisti Ramin Bahrami, Danilo Rea, Roberto Prosseda, Saleem Abboud Ashkar, Maurizio Baglini, la violoncellista Silvia Chiesa e i violinisti Giulia Maria e Guido Rimonda che imbraccerà il prezioso Stradivari “Le Noir”.

L’intenzione è quella di offrire momenti in cui il pubblico e gli artisti possano avvicinarsi in una dimensione dialogica e divulgativa per un arricchimento reciproco.
Con queste premesse il sottotitolo della rassegna non poteva che essere “Dialoghi musicali”: dialogo non solo tra ascoltatori e interpreti – tutti i concerti saranno introdotti o commentati dagli artisti stessi – ma non solo.

Si parte il 29 gennaio al Tetro Sociale con un dialogo tra generi, classica e jazz, con Ramin Bahrami e Danilo Rea, segue il 30 gennaio quello tra uomo e tecnologia con Roberto Prosseda e il robot TeoTronico. L’1 febbraio troviamo il dialogo tra culture con il pianista palestinese Saleem Abboud Ashkar che ha fondato un’orchestra a Nazareth dove collaborano armoniosamente arabi, cristiani ed ebrei: eseguirà 4 Sonate di Beethoven. Si prosegue nel weekend nella splendida cornice di Villa Ottolini-Tosi, sede dell’Associazione Musicale G. Rossini, saranno i musicisti Baglini-Chiesa-Rimonda a dialogare tra loro: alle 16.30 di sabato 3 febbraio presentazione del CD “Haydn Concertos” seguito da apericena seguito alle 20.30 da un concerto dedicato a Schumann. Domenica 4 febbraio alle 11.00 presentazione dell’affascinante storia del violino Stradivari “Le Noir” di Guido Rimonda avvolta da un’affascinate mistero recente raccontato nel popolare programma TV “Voyager”; nel pomeggio alle 15.00 incontro con l’Ing. Paolo Fazioli che descriverà i suoi straordinari pianoforti mentre la sera alle 20.30 Maurizio Baglini chiuderà il BA Classica con un concerto dedicato al Schumann e Brahms seguito da un brindisi
Non ultimo il dialogo con i giovani: la mattina del 30 febbraio Ramin Bahrami incontrerà gli studenti del Liceo Liceo Classico Statale D. Crespi e del Liceo Coreutico Musicale “P. Bausch”, nel pomeriggio ascolterà giovani studenti che eseguiranno brani bachiani presso l’Associazione Musicale G. Rossini. La mattina di sabato 3 febbraio sarà la volta di Maurizio Baglini e Giulia Maria Rimonda che si recheranno presso Liceo Coreutico Musicale “P. Bausch” per un incontro sul ruolo del compositore e dell’interprete.

Tutti gli incontri sono a ingresso libero e gratuito fino ad esaurimento dei posti, ad eccezione del concerto inaugurale del 29 gennaio 2018 con Ramin Bahrami e Danilo Rea al Teatro Sociale: per questo evento grandieventi@comune.bustoarsizio.va.it o ufficiostampa@comune.bustoarsizio.va.it dal 16 al 25 gennaio.
Chi non avesse la possibilità di inviare la richiesta via mail potrà ritirare i biglietti di invito all’ufficio Grandi Eventi (palazzo municipale, via Fratelli d’Italia 12, primo piano) dal 16 al 25 gennaio dalle 9 alle 13. Per ogni informazione è possibile telefonare ai numeri 0331 390310 (Ufficio Grandi Eventi) 0331 390266 (Ufficio Stampa).